news

Fabiola De Clercq ospite a TG2 INSIEME

February 16th, 2015|

Martedì 17 febbraio

alle 10 circa su RAI 2

Fabiola De Clercq, invitata da Marzia Roncacci, in diretta a TG2 INSIEME

Io non sono il mio peso

June 27th, 2014|

E’ partita venerdì 20 giugno sul web la nuova campagna di sensibilizzazione e informazione sulla prevenzione e la cura di anoressia, bulimia e disordini alimentari: IO NON SONO IL MIO PESO

 

La campagna promossa da THE OPSOBJECTS ONLUS in collaborazione con ABA prevede un progetto articolato e ricco di iniziative, tutte volte a sensibilizzare l’opinione pubblica su temi legati all’anoressia, la bulimia e i disturbi alimentari. Alla conferenza stampa di presentazione che si è tenuta il 19 giugno 2014 sono intervenuti Fabiola De Clercq, Fondatrice e Presidente ABA, Luca Giglio, partner di THE OPSOBJECTS ONLUS, Alessandro Raggi, Psicoterapeuta Psicoanalista, Responsabile del Centro ABA di Napoli. Con loro il grande fashion designer Elio Fiorucci, il vice caporedattore della redazione Tempi Liberi del Corriere della Sera Daniela Monti, la modella curvy Elisa D’Ospina, autrice del libro “Una Vita tutta Curve” e Marco Bordonaro, direttore commerciale ABC Mannequins che ha ospitato l’incontro presso il loro Atelier.

 

“IO NON SONO IL MIO PESO” prende avvio sul web attraverso il lancio di uno spot emozionale realizzato in collaborazione con The Jackal. Lo scopo è di sensibilizzare il più vasto pubblico possibile sull’ l’importanza di riconoscere i disturbi alimentari quando si presentano, senza demonizzarli, e di affrontarli con gli interventi e le cure più adeguate.

Anoressia, bulimia e disturbi alimentari sono infatti argomento scottante, e purtroppo molto più diffusi di quanto si possa immaginare: si calcola che il 5% della popolazione presenti un problema di anoressia-bulimia, e il 7% di obesità.

Questi dati sono solo la punta di un fenomeno in gran parte sommerso: molti casi non raggiungono i centri specializzati e non vengono rilevati dalle statistiche. Ecco perché è più importante che mai non abbassare la guardia e mantenere sempre alta l’attenzione. Ed è proprio […]

7° Rapporto CRC

June 23rd, 2014|

Giugno 2014

 

Lanciato il 7° Rapporto di aggiornamento sul monitoraggio della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia, anno 2013-2014.

Con la pubblicazione del 7° Rapporto di aggiornamento il Gruppo CRC prosegue il monitoraggio dell’attuazione, nel nostro Paese, della Convenzione ONU sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (CRC) e dei suoi Protocolli Opzionali, intrapreso a partire dall’elaborazione del 1° Rapporto Supplementare nel 2001.

Negli oltre dieci anni di lavoro il Gruppo CRC ha pubblicato sette Rapporti di aggiornamento annuale e due Rapporti Supplementari che sono stati inviati al Comitato ONU per contribuire insieme al Rapporto governativo all’analisi dello stato di attuazione della Convenzione in Italia. La pubblicazione annuale testimonia la costanza e l’impegno assunto dalle associazioni nel garantire un aggiornamento puntuale e costante dell’attuazione dei diritti dei bambini e degli adolescenti nel nostro Paese, anche quando i diversi livelli istituzionali non sono sempre riusciti a mantenere i diritti dell’infanzia al centro dell’agenda politica.

 

La Fondazione Fabiola De Clercq – ABA Onlus fa parte del Gruppo di Lavoro per la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza – Gruppo CRC.

Il Gruppo CRC è un network aperto a tutti i soggetti del Terzo Settore che da tempo si occupano attivamente della promozione e tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia.

L’obiettivo prioritario è quello di preparare un Rapporto sulla condizione dell’infanzia in Italia, supplementare a quello presentato dal Governo italiano, da sottoporre al Comitato ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza presso l’Alto Commissariato per i Diritti Umani delle Nazioni Unite. Lo scopo è di ottenere una maggiore e effettiva applicazione della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia.

 

7° Rapporto CRC

Laboratorio di espressione grafica

April 18th, 2014|

A partire da sabato 10 maggio 2014

Ore 11 – ABA Napoli – via Giuseppe Fiorelli 12

 

A cura di Nikla Bene, Psicologa, Psicoterapeuta della Gestalt, Fondatrice dell’Associazione “Oltre la Tenda”, esperta nella realizzazione e conduzione di laboratori ludico-espressivi come spazi per crescere e sviluppare le proprie potenzialità espressione e costruzione del sè attraverso il colore, la fiaba e il gioco.

 

Colore, Musica, Dialogo e Partecipazione: sono questi i principali ingredienti del laboratorio esperienziale dedicato alle associate ABA.

Il Laboratorio si propone come spazio dedicato all’espressione e alla conoscenza di sé, dove esprimersi, sperimentarsi ed essere semplicemente liberi di essere. Lo scopo principale è quello di favorire l’espressione emotiva e il contatto con se stessi e gli altri attraverso l’utilizzo di strumenti semplici, essenziali e accessibili a tutti.

 

Il Laboratorio, riservato ai soci ABA, si terrà il sabato dalle ore 11.00 alle 12.30 ed è costituito di quattro incontri.

 

È richiesta l’iscrizione, sino al raggiungimento di un massimo di 6/7 partecipanti, oltre i quali saranno eventualmente identificate delle date alternative.

La quota di iscrizione di € 35,00 consente la partecipazione a tutte e quattro le tappe del percorso.

 

Per informazioni o iscrizioni, telefonare al Centro associato ABA di Napoli al numero 081.3410158 – o scrivere a centroabanapoli@gmail.com

 

 Scarica la locandina

Laboratori a Cosenza

March 31st, 2014|

Il Centro associato ABA di Cosenza

 

organizza

 

Laboratorio per la creazione di bambole in stoffa e lana

Un fai da te creativo ed originale che potrà diventare un momento unico e speciale per la condivisione di esperienze emotive.

La creazione di una bambola permetterà di rievocare i ricordi d’infanzia e al contempo di riflettere in essa il proprio stato d’animo. Sarà una bambola preziosa perché diversa da tutte le altre, unica, proprio come ogni donna. Ogni bambola, così, non sarà altro che una storia di vita femminile. Il laboratorio è rivolto a tutti coloro i quali desiderino imparare a realizzare in modo semplice una bambola fatta con le proprie mani e a scoprire come accade la “magia” delle bambole.

 

Laboratorio per il recupero e restauro dei vecchi giocattoli d’infanzia

I giocattoli della nostra infanzia, è innegabile, mantengono inalterato il loro fascino nonostante lo scorrere del tempo. La bambola di pezza, l’orsacchiotto ormai consunto, le costruzioni in legno, tutti questi oggetti si fanno custodi delle emozioni che ci hanno accompagnato da piccoli. L’intento del laboratorio è quello di recuperare queste emozioni e far riaffiorare i ricordi d’infanzia, ormai impolverati e riposti in un baule, proprio attraverso il restauro dei nostri vecchi compagni di gioco. Con il riportare il più possibile al loro vecchio splendore i nostri giocattoli si propone di aiutare a prendersi cura proprio di quella parte “bambina” che ha ancora tante cose da dirci.

 

I laboratori verranno strutturati a cadenza settimanale per la durata di tre mesi.

Il laboratorio è aperto a tutti coloro i quali vogliono cimentarsi in un “restauro” il più accurato possibile, pur restando in campo amatoriale, del proprio giocattolo, senza distinzione alcuna.

La convivialità, la voglia di confrontarsi e di compartecipare, il desiderio di concerderci uno spazio di […]

Usare la bocca per parlare: qualcosa che ci avvicina all’altro

March 24th, 2014|

Ho cominciato il mio primo tirocinio all’ABA nel maggio 2010, frequentavo la triennale in “scienze della personalità e delle relazioni interpersonali” della facoltà di psicologia di Padova.

Ho deciso di svolgere il mio tirocinio all’ABA dopo aver letto il libro di Fabiola De Clercq “Tutto il pane del mondo”, che mi aveva colpita tantissimo. Volevo riuscire a capire perché e come l’immagine del proprio corpo faccia star male; volevo comprendere come può una ragazza andare contro il proprio istinto di sopravvivenza e non mangiare, avevo pensato che ci fossero delle motivazioni davvero forti per decidere di condurre la propria vita in quel modo.

La sofferenza di un soggetto con un disturbo alimentare si colloca nell’area dell’immagine (anche se questo è solo la punta dell’iceberg). Noi donne vogliamo sempre piacere, fare bella figura, vogliamo che l’altro pensi bene di noi, ci teniamo ad essere belle; tutto ciò ci fa sentire adeguate. La nostra è la generazione delle apparenze, dell’essere “popolari”, del tutto e subito, del non mettersi in gioco davvero perché abbiamo, quando lo desideriamo, una maschera a disposizione. Questa maschera, questa barriera, che ci permette di apparire in un certo modo o di nasconderci, può essere un modo di vestire, lo schermo di un computer, una foto su Facebook, come anche il grasso o il corpo scheletrico. Sono tutti elementi che puntano a procurare alla persona una certa immagine in modo da poter sorvolare o riuscire a non pensare in qualche maniera alle proprie debolezze, ai propri difetti. Il punto è comprendere che c’è un altro che ci può amare anche con le nostre debolezze, ma prima di tutto dobbiamo essere noi ad accogliere le nostre mancanze. Tuttavia non è una cosa semplice.

Svolgendo il mio secondo […]

La testimonianza di una tirocinante del Centro associato ABA di Venezia

March 24th, 2014|

La mia esperienza di tirocinio in ABA, da settembre a dicembre 2012, è stata decisamente

positiva.

Consiglio caldamente il tirocinio in questa struttura a tutti coloro che abbiano interessi

specifici rispetto allo studio e, soprattutto, alla cura dei Disturbi del Comportamento

Alimentare. Sicuramente i neo-laureandi con orientamento psico-dinamico troveranno nel

tirocinio presso l’ABA di Venezia l’occasione di approfondire e soprattutto

operazionalizzare le proprie conoscenze teoriche, oltre che di entrare in contatto con varie

figure professionali di rilievo nella terapia di tale orientamento .

Il tirocinio in ABA offre la grandissima e unica opportunità, anche ai laureandi triennali, di

partecipare direttamente al lavoro di cura svolto nell’associazione: la partecipazione ai

primi colloqui dei pazienti e alle riunioni di equipe delle terapeute è infatti affiancata ad un

diretto confronto con le professioniste e con la Tutor, che permette sia la partecipazione

attiva al nucleo del lavoro ABA sia il dialogo per chiarimenti pratici e teorici in merito alla

psicoterapia – a livello di approccio generale ma anche relativamente alla storia umana e

clinica del singolo paziente. Proprio per questo approccio diretto mi sento di poter

consigliare il tirocinio all’ABA di Venezia anche a coloro che, proprio come me, fossero più

interessati ad un orientamento psicoterapico non necessariamente Psicodinamico:

l’opportunità di partecipazione diretta ed attiva alla clinica anche per i tirocinanti prelauream

è infatti un’opportunità estremamente rara e questa struttura , oltre a permettere

un contatto diretto con l’ambiente terapeutico, assiste il tirocinante con estrema

competenza , per non parlare del valore umano intrinseco nella “missione” di trainer molto

sentita a livello di clima organizzativo.

La partecipazione alle riunioni d’equipe permette sia l’inclusione umana all’interno della

“squadra” ABA, sia il prendere personalmente contatto con il lavoro di rete

dell’associazione, che media con altri professionisti per la presa in carico completa dei

pazienti. Tale capacità di fare rete e mantenere contatti dinamici per […]

Salute e alimentazione nelle farmacie di Potenza

January 17th, 2014|

25 gennaio 2014

 

Il Centro associato ABA di Potenza organizza una campagna di informazione e sensibilizzazione sui disturbi del comportamento alimentare nelle farmacie di Potenza.

Dal 25 gennaio, presso tutte le farmacie della città, sarà disponibile materiale informativo sui disturbi del comportamento alimentare.

 

Il 25 gennaio presso la Parafarmacia Mancini in via dell’Unità d’Italia gli operatori ABA saranno disponibili per dare informazioni e rispondere alle domande dei cittadini in merito ai disturbi alimentari e al lavoro di ABA, Associazione impegnata nella cura e nella prevenzione dei disturbi alimentari da più di vent’anni,

 

Il numero verde 800.16.56.16, a cui rispondono operatori ABA formati, è attivo dal lunedì al sabato per orientare le persone che soffrono di queste patologie verso i centri di accoglienza più adatti a dare una risposta concreta e professionale al loro disagio.

 

Scarica la locandina

 

ABA for you – Cosenza

November 15th, 2013|

Il Centro Associato ABA di Cosenza organizza un incontro gratuito di presentazione del corso d’inglese “ABA FOR YOU”.

Il Corso è strutturato in dieci incontri, a cadenza settimanale, di due ore ciascuno.

Il percorso formativo sarà impostato sulla base delle specifiche conoscenze degli iscritti. Durante il primo incontro verranno rilevate le competenze di base degli iscritti, attraverso dei questionari ed un colloquio con la Docente. La metodologia didattica sarà di tipo attivo, partecipato e divertente; prevede spiegazioni grammaticali, scrittura, lettura, esercitazioni di conversazione e ascolto. Il Corso verrà attivato con un numero di partecipanti da sei a dodici ed è riservato esclusivamente ai Soci ABA. La quota associativa annuale è di trenta euro e dà diritto alla partecipazione a tutte le attività del Centro Associato ABA Cosenza. Il Corso “ABA FOR YOU” prevede il pagamento di un contributo, a titolo di rimborso spese, di trenta euro. Il calendario sarà consegnato durante l’incontro di presentazione. Per partecipare è indispensabile la prenotazione.

 

Locandina

 

Mercoledì con lo psicologo – Ancona

November 13th, 2013|

In occasione dell’iniziativa “I mercoledì con lo psicologo”, organizzata da Calliope Associazione Bio-Pisco-Sociale e dal Comune di Offagna, il Centro associato ABA di Ancona vi invita mercoledì 13 novembre dalle 18.30 alle 20.30 all’incontro: Ti prego Ascoltami!

Approfondimento sui disturbi alimentari e comunicazione nei giovani d’oggi mercoledì 27 novembre dalle 18.30 alle 20.30 all’incontro: Non posso farne a meno!

Riflessioni sulle dipendenze da droga, alcol, gioco, shopping

Gli incontri si terranno presso lo Sportello di Ascolto Psicologico di Offagna, via Roma 32.

L’iniziativa è gratuita e aperta al pubblico